Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Come nasce Trumpet Rhapsody

Data:

13/06/2019


Come nasce Trumpet Rhapsody

Lezione-concerto con Fabrizio Viti e Luca Seccafieno

L’Istituto Italiano di Cultura è lieto di ospitare il duo musicale composto dal pianista Fabrizio Viti e dal trombettista Luca Seccafieno, in un concerto-lezione in cui verrà presentato il concerto Trumpet Rhapsody che verrà eseguito il giorno seguente, 14 giugno, presso la Utzon Room della Sydney Opera House. Sydney è l’unica data australiana del loro tour mondiale che ha visto il Carnegie Hall di New York e il Parco della Musica di Roma tra le sue più prestigiose tappe.

seccafienoLuca Seccafieno, 1° Tromba dell'Orchestra da Camera di Venezia dal 2004 al 2011, è endorser di Schilke e docente di tromba alla Scuola Musicale Comunale di Viterbo. Tiene regolarmente masterclass in prestigiosi conservatori come quelli di Venezia, Padova, Riva del Garda, Trento, L'Aquila, Cagliari, Bari, Benevento, Avellino e Alessandria, ma anche Miranda de Ebro e Universidad di Burgos in Spagna. La sua esperienza di musicista lo porta a collaborare con prestigiose istituzioni quali Parco della Musica di Roma, Carnegie Hall di New York, Sydney Opera House, CBSO Centre di Birmingham, St John’s Smith Square di London, Konzerthaus di Berlino, Konzerthalle di Friburgo, Liederhalle di Stoccarda, Alte Oper di Francoforte, Musikhalle di Amburgo, Konzerthalle di Klagenfurt, Thailand Cultural Center di Bangkok. Ha prodotto varie registrazioni per Sony e per Universal ed ha lavorato in numerose produzioni cinematografiche. Ha un contratto con l'Agenzia Letteraria Internazionale come scrittore e sceneggiatore e nell'anno in corso è prevista l'uscita di un suo nuovo romanzo e di un film tratto dal medesimo libro di cui è autore e sceneggiatore. Con le case editrici Albatros e RaiTrade ha pubblicato più metodi per tromba esportati in tutta Europa, Stati Uniti, Asia e Oceania. Seccafieno è testimonial di Paul Picot.

Fabrizio Viti, nato a Viterbo nel 1971, si è diplomato giovanissimo con il massimo dei fabrizio vitivoti al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia. Si è in seguito perfezionato con Lazar Berman all’Accademia Internazionale di Musica di Novara e con Sergio Perticaroli, dal quale è stato selezionato per frequentare la Sommerakademie Mozarteum di Salisburgo e il Corso Internazionale di Perfezionamento Pianistico Josè Iturbi di Valencia. Sempre con il Maestro Perticaroli ha conseguito il Diploma nel corso triennale di perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, riservato ad una rosa di dodici pianisti provenienti da tutto il mondo. Si è ulteriormente perfezionato seguendo masterclasses tenute da pianisti di fama mondiale come F. J. Thiollier, J. Demus, B. Petrushansky, A. Lonquich, R. Vlad, P. Camicia e R. Laganà. Ha iniziato giovanissimo l’attività concertistica suonando sia come solista sia in formazioni da camera per diversi ed importanti enti musicali quali l’Associazione Filarmonica Umbra, il Festival Barocco di Viterbo e l’A.GI.MUS di Roma, esibendosi in sale importanti come il Ridotto del Teatro la Fenice di Venezia, la Sala Accademica del Conservatorio di S. Cecilia e l’Auditorium in via della Conciliazione di Roma. Ha collaborato con musicisti di fama mondiale come il baritono Giuseppe Taddei, con il quale ha curato una rivisitazione del Falstaff di G. Verdi, e Franco Petracchi, sotto la cui direzione ha interpretato L’Imperatore, il 5° concerto di Beethoven per pianoforte e orchestra. Per vari anni ha collaborato come pianista accompagnatore al corso di perfezionamento di musica vocale da camera tenuto dal tenore A. Degl’Innocenti presso il Teatro dell’Unione di Viterbo, specializzandosi nella letteratura liederistica tedesca, francese, italiana, russa ed americana. Attualmente collabora con il soprano Lucia Napoli, con il tenore Baltazar Zúñiga e il violista Gianluca Saggini. È stato più volte premiato in competizioni pianistiche essendo apprezzato sia per la solidità tecnica che per la cura del suono, e ha conseguito giovanissimo l’idoneità nei concorsi per titoli ed esami dei Conservatori di Stato per l’insegnamento di Pianoforte Principale e di Pianoforte Complementare, vincendo entrambe le cattedre e risultando il più giovane docente di ruolo a livello nazionale di una cattedra di Pianoforte Principale, di cui è tuttora titolare presso il Conservatorio “G. Pergolesi” di Fermo.

INGRESSO:

• Soci IIC: entrata gratuita
• Non soci: $15 (contributo per copertura parziale spese organizzazione evento)

Posti limitati. Prenotazione obbligatoria: www.eventbrite.com.au 

Per i dettagli del concerto alla Sydney Opera House:

www.sydneyoperahouse.com/events/whats-on/classical-music/2019/trumpet-rhapsody.html 

Informazioni

Data: Gio 13 Giu 2019

Orario: Dalle 18:00 alle 20:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : A pagamento


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Sydney

1137